fbpx
HomeBellezzaPerdita di capelli: 3 cose da sapere

Perdita di capelli: 3 cose da sapere

-

La perdita di capelli è da sempre un argomento molto discusso, sia su internet che al di fuori. Molte persone, sia uomini che donne, soffrono di caduta dei capelli e questo aspetto rappresenta un motivo di stress e depressione per la grande maggioranza di loro.

In questo articolo ti voglio illustrare in modo chiaro i punti fondamentali che deve sapere per quanto riguardala caduta dei capelli.

Andremo a vedere qual è il ciclo di vita dei capelli e perchè i capelli cadono, per poi mostrarti quali sono i rimedi che puoi utilizzare per superare il problema.

Il ciclo di vita dei capelli

Sarebbe bene che tu conoscessi il ciclo di vita dei capelli, prima di ogni altra cosa. In questo modo potrai capire se la tua caduta dei capelli è una cosa seria oppure no.

Ogni girono perdiamo circa 100 capelli, tutti quanti noi. Questi capelli persi vengono sostituiti da altrettanti che ricrescono e che sono nuovi. Il ciclo completo di vita di un capello va dai 2 ai 7 anni. Ogni follicolo pilifero produce un nuovo capello, che cresce in un susseguirsi di cicli fino a cadere. Il ciclo di vita dei capelli si divide in tre fasi che sono la Anagen, Catagen e Telogen.

perdita di capelli
Ciclo di vita dei capelli

Anagen

E’ la fase di crescita del capello. La anagen dura dai 2 ai 4 anni nell’uomo e dai 3 ai 7 anni nella donna. Il capello cresce circa 1 cm al mese. Da questo si spiega anche il perchè della diversa lunghezza di capelli tra uomo e donna.

In anagen avviene la formazione del capello in tutta la sua struttura. Si va a formare quindi il bulbo, il fusto, il follicolo pilifero e la ghiandola sebacea; avviene anche la fissazione della melanina nelle cellule della corteccia del pelo.

Catagen

E’ la seconda fase del ciclo di vita dei capelli e dura dalle 2 alle 3 settimane.

In questa fase si ha l’involuzione del capello, che coincide con l’arresto delle fasi di crescita. In catagen il capello è ormai completamente formato e si sposta verso gli strati più esterni dell’epidermide per prepararsi alla caduta.

Telogen

La fase telogen è l’ultima fase del ciclo. Questa fase è anche chiamata fase del riposo funzionale e può durare da 2 a 3 mesi.

Il capello permane privo di attività vitali nel follicolo pilifero, il bulbo è ormai atrofizzato. Prima di cadere può rimanere sul cuoio capelluto per alcune settimane e può essere asportato con una lieve pressione, come ad esempio una spazzola o con un lavaggio.

Terminata questa fase comincia un nuovo ciclo di vita del capello e quindi una nuova fase anagen.

Il ciclo di vita dei capelli: alcune curiosità

perdita di capelli

Ti sarai reso conto che i capelli sono un organo vitale a tutti gli effetti. Nascono, crescono e poi muoiono come tutti gli esseri vienti.

In una persona giovane e sana il numero di capelli va da 100.000 a 150.000. Questi numeri sono destinati a scendere con l’invecchiamento così come il diametro medio del singolo capello. La velocità di crescita giornaliera è di circa 0,3 millimetri al giorno.

I capelli crescono fino ad una lunghezza che è determinata dalla genetica. La genetica determina la durata della fase anagen che nei casi migliori dura anche 7 anni.

Tuttavia quando si ha la perdita di capelli precoce, la fase anagen dura dai 3 ai 5 mesi, anche qui è un discorso puramente genetico che va ad influenzare il corretto sviluppo del follicolo pilifero.

Perchè avviene la perdita di capelli?

La corretta alternanza delle fasi del ciclo del capello che ti ho descritto sopra, può essere influenzata da numerosi fattori. Di seguito ti elenco i fattori che determinano la perdita di capelli.

  • Stagione; la perdita di capelli stagionale è quella più comune che di solito non desta particolari preoccupazioni. Solitamente i capelli vengono persi per un determinato periodo di tempo per poi ricrescere normalmente al termine della stagione.
  • Sesso; sebbene le donne non sono affatto immuni alla perdita dei capelli, essa tende a colpire in percentuale maggiore gli uomini.
  • Stress; lo stress e le condizioni di salute psico-fisica in generale, determinano la caduta dei capelli.
  • Alimentazione; un’alimentazione scorretta aggrava la perdita di capelli sia nell’uomo che nella donna.
  • Fattori genetici; Alcune persone sono geneticamente predisposte a perdere i capelli. Si parla quindi di Alopecia androgenetica o, più semplicemente, calvizie.
  • Patologie e farmaci specifici.

Perdita di capelli uomo

perdita di capelli uomo

La caduta dei capelli nell’uomo si racchiude in 2 categorie principali che sono; l’alopecia androgenetica e la calvizie precoce. L’alopecia androgenetica è sicuramente la più comune ed è una forma di alopecia che ha un decorso lento e costante.

Questo problema, con il passare del tempo, interessa sempre di più i giovani. Ma a che età si perdono i capelli? Recenti studi hanno svelato che l’età media in cui si verifica la perdita dei capelli è introno ai 27 anni. In alcuni casi però si può arrivare anche a 18 anni, con la conseguenza che alla soglia dei 30 anni l’individuo ha già perso una grande quantità di capelli.

Le cause, nella maggior parte dei casi sono di tipo genetico, ma non sono da escludere motivazioni che riguardano la sfera emotiva.

Perdita di capelli donne

Le cause della perdita di capelli nella donna sono molte e multifattoriali. Tra le principiali cause da sottolineare troviamo; la menopausa, gli effetti del parto, un’alimentazione povera di sali minerali e vitamine, tinture e decolorazioni troppo aggressive e stress di ogni tipo.

perdita di capelli donna

A differenza degli uomini, nelle donne è possibile riconoscere dei segnali che consentono di capire che qualcosa non va. Tra questi segnali da non sottovalutare c’è la comparsa della forfora, il prurito ed il dolore al cuoio capelluto.

Lo stato di salute della donna gioca un ruolo fondamentale nella perdita di capelli. Di seguito ti elenco alcune patologie femminili che portano alla caduta dei capelli seguite da farmaci non amici del capello.

  • Disturbi alla tiroide
  • Anemia
  • Ciclo mestruale irregolare
  • Farmaci per la gotta
  • Farmaci per la riduzione del colesterolo
  • Antidepressivi
  • Antianemici
  • Antinfiammatori
  • Contraccettivi

Perdita di capelli rimedi

Tantissimi sono i rimedi per contrastare la caduta dei capelli, ma affinché funzionino, bisogna assolutamente capire qual è la causa che ti sta portando a perdere i capelli.

Nella stragrande maggioranza dei casi, le cause sono di tipo genetico, stagionale e da stress. Solo una piccola percentuale di persone perde i capelli con fattori dovuti a cause patologiche più gravi. Queste persone dovrebbero rivolgersi ad uno specialista per ricevere delle indicazioni più adeguate.

Se le cause sono facilmente gestibili allora bisogna scegliere dei prodotti che abbiano determinate caratteristiche per non peggiorare la situazione.

I prodotti che puoi utilizzare tranquillamente devono essere studiati per essere utilizzati in modo frequente. Non devono essere particolarmente aggressivi e non devono avere controindicazioni.

A questo scopo ho preparato per te una lista di prodotti che puoi usare tranquillamente ed in totale autonomia senza il rischio di peggiorare le cose.

Questi rimedi per la perdita di capelli li tratterò in modo più specifico in altri articoli, l’obiettivo di questo articolo è quello di darti più strade da seguire.

Compresse per la perdita di capelli

Sembra strano, ma le compresse per la caduta dei capelli sono attualmente i rimedi migliori e che danno più risultati. Esisitono in commercio numerosi integratori in compresse, ma non tutti sono efficaci.

Di seguito ti elenco cosa dovrebbe contenere un integratore alimentare che combatte al meglio la caduta dei capelli.

  • Biotina; è essenziale per i capelli. Aiuta a ricostruire la cheratina e quindi da maggiore coesione al capello. Inoltre pare che abbia un ruolo importante nel combattere la dermatite seborroica.
  • Zinco e Selenio; Di solito sono associati alla biotina e agiscono in modo sinergico con essa rinforzando il capello.
  • Vitamine del gruppo B; i migliori integratori per combattere la caduta dei capelli, contengono sempre 1 o più vitamine del gruppo B
  • Estratto secco di Melannurca; è un prodotto ed una scoperta tutta italiana. Più precisamente campana, dove la mela annurca è una qualità molto diffusa. Il suo estratto si è dimostrato capace di far ricrescere i capelli in soggetti con alopecia androgenetica.

Ovviamente non devono essere tutti presenti contemporaneamente, tuttavia se decidi di scegliere un prodotto per combattere la caduta dei capelli e per rinforzarli, assicurati che abbiano almeno 1 di questi componenti.

Trovi gli approfondimenti sull’estratto di mela annurca cliccando qui.

I migliori integratori per la caduta dei capelli: le compresse migliori

Spray per la ricrescita dei capelli

Altri prodotti utili per aiutarti a combattere la perdita di capelli, sono gli spray.

Questi prodotti sono molto comodi da utilizzare, ma devi fare più applicazioni al giorno e soprattutto non tutti funzionano, anzi molti sono delle vere e proprie “sole”.

Come per le compresse, di seguito ti elenco le componenti che meglio funzionano e che devono essere presenti negli spray.

  • Arginina; amminoacido che blocca la caduta e stimola la ricresicita dei capelli
  • Serenoa Repens; è un prodotto di origine naturale che riequilibra i livelli di ormone nel cuoio capelluto e quindi contribuisce a bloccare la caduta dei capelli
  • Fieno Greco; dal suo estratto si ricava un composto che rinforza il capello.
  • Nicotinammide; La nicotinammide migliora la struttura dei capelli che è stata danneggiata da vari fattori (pettine duro, effetto termico dell’asciugacapelli e stiratura), mediante trattamento chimico (raddrizzamento, arricciatura).
  • Estratto di cipolla; ha un effetto rigenerante sul cuoio capelluto

Questi sono i principali elementi per un ottimo spray naturale che in primis non arreca danni, ed in secondo luogo funziona e aiuta a far ricrescere i capelli.

Ti potrebbe interessare anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Più letti

permaflex

Aircell di Pharmaflex: l’evoluzione del memory foam

Cos’è il Memory Foam Non lo sanno in molti, ma il memory foam come tecnologia è stato inventato dai ricercatori della NASA nel 1966 per...
Privacy Policy