fbpx
HomeSalute e BenessereAlimentazioneMonacolina K fa abbassare il colesterolo?

Monacolina K fa abbassare il colesterolo?

-

In questo articolo ti parlo della Monacolina k. Nello specifico ti farò vedere se la monacolina k abbassa effettivamente il colesterolo, se ci sono delle particolari accortezze da tenr presente prima di assumerla e quali sono gli integratori migliori che la contengono. Ma procediamo con ordine.

Monacolina k dove si trova?

La monacolina k si ricava da un particolare processo di fermentazione del riso rosso. Quando si parla quindi di riso rosso fermentato, si fa riferimento alla monacolina k come principio attivo.

Il processo di fermentazione è molto semplice: si prende il riso rosso, lo si addiziona ad un lievito (Monascus Pruriens) e si attende che le reazioni chimiche della fermentazione facciano il loro corso.

Una volta ottenuto il prodotto finale, la monacolina k viene estratta e messa nei vari integratori.

Come agisce la monacolina k

La monacolina e tutte le molecole derivate da essa, sono chiamate anche statine naturali. Le statine sono dei farmaci prodotti da molte industrie farmaceutiche che sono vendute per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.

La monacolina di cui ti sto parlando (K), ha la stessa struttura chimica della Lovastatina. Questo implica che la monacolina ha lo stesso meccanismo d’azione delle statine prodotte artificialmente.

monacolina k

Le statine naturali e quelle sintetiche bloccano un enzima che è il responsabile della produzione del colesterolo. Questo enzima si chiama HMG-CoA-reduttasi. Se sei interessato a tutto il meccanismo d’azione lo trovi su wikipedia. Pe semplicità ti dico che, una volta assunta una statina naturale o sintetica, questo enzima si blocca e non si produce più colesterolo.

Ovviamente ti sto parlando di persone che assumono questi farmaci perchè hanno il colesterolo alto e devono ridurne i livelli.

Quindi per rispondere alla prima domanda, ovvero: la monacolina k abbassa il colesterolo? La risposta è si, questa statina naturale abbassa il colesterolo agendo come un farmaco.

Monacolina k controindicazioni

Adesso che hai compreso che la monacolina funziona e abbassa il colesterolo, ti mostro quali sono le controindicazioni e come prenderla in modo sicuro.

Il Ministero della salute ha approvato la vendita della monacolina, purchè il suo utilizzo giornaliero non superi i 10 mg al giorno.

Gli effetti collaterali del riso rosso fermentato, sono uguali a quelli delle statine fatte in laboratorio, per tale motivo il ministero ne ha limitato l’utilizzo.

Si è visto, infatti che la monacolina assunta a lungo termine provoca:

  • Cefalee
  • Bruciore allo stomaco
  • Esofagite o reflusso gastroesofageo
  • Dolori muscolari
  • Gonfiori intestinali e flatulenza
  • Rabdomiolisi
  • Miopatie

Quindi come puoi ben vedere, pur essendo una molecola naturale, la monacolina ha gli stessi effetti collaterali del farmaco da prescrizione.

Tuttavia le aziende che la commercializzano, aggiungono alla composizione altri elementi che contrastano gli effetti collaterali della monacolina. Uno di questi è il Coenzima Q10 che è sempre presente nei migliori integratori a base di riso rosso fermentato.


Perchè prendere la monacolina K

Nonostante gli effetti collaterali, che ti ho mostrato in precedenza, la monacolina è una molecolecola abbastanza sicura da assumere. Uno studio condotto dal dottor. Cicero (UNIBO) su Federsalus, ha evidenziato come la monacolina k non presenta particolari rischi se viene assunta in un dosaggio compreso tra 3 e 10 mg al giorno.

Un altro motivo per assumere la monacolina sta nel fatto che funziona. Rispetto ad altre molecole naturali, la monacolina è l’unica molecola alla quale è stato consentito il claims: “mantenimento dei normali livvelli di colesterolo nel sangue”.

Come ultimo (ma non meno importante), è stato notato che la monacolina ha altri benefici. Alcuni studi hanno evidenziato che la monacolina k, avrebbe una funzione di prevenzione su alcune forme di malattie degenaritive, osteoporosi ed alcuni tipi di tumore.

i migliori integratori alimentari per colesterolo

Quindi come puoi ben vedere, ti sto parlando di una molecola abbastanza sicura, ma ricordati sempre di parlarne con il medico prima di utilizzarla.

Se già la stai utilizzando ti consiglio vivamente di assumere il coenzima Q10 per contrastare gli effetti collaterali e gli omega 3 per ottimizzare il normale quadro lipidico.

Per riassumere dovresti prendere la monacolina k perchè fa abbassare il colesterolo, previene alcune malattie e, se la utilizzi nei dosaggi indicati e se assumi il coenzima Q10, azzeri gli effetti collaterali.


Monacolina k integratori: i migliori 3 prodotti che la contengono

Adesso ti mostro quali sono i 3 migliori integratori alimentari che hanno il riso rosso fermentato.

Ci tengo a sottolineare che sono tutti prodotti approvati dal Ministero e venduti regolarmente in farmacie sia online che offline. Naturalmente i migliori prezzi li trovi online.

1.Armolipid Plus

monacolina k

Aromlipid plus, è l’integratore alimentare più conosciuto e venduto in Italia. Ha frantumato tutti i record di vendite in farmacie e parafarmacie sia offline che online.

Il motivo del suo successo è molto semplice: funziona, perchè tiene bassi i livelli di colesterolo e non da effetti collaterali, ma vediamo perchè.

Armolipid è formulato con: Berberina, Monacolina k, Astaxantina, acido folico, policosanolo e coenzima Q10. Di seguito la tabella.

Come puoi ben vedere, i livelli di monacolina k sono al minimo 3 mg, in più c’è laggiunta potenziante della berberina, che oltre ad essere utile nell’abbassare la glicemia, è molto utilizzata negli integratori per ridurre il colesterolo per i suoi effetti benefici su colesterolo e trigliceridi.

Il policosanolo impedisce la formazione di altro colesterolo, mentre coenzima Q10 e Astaxantina azzerano gli effetti collaterali della monacolina.

Le quantità minime di monacolina presenti, rendono armolipid plus un prodotto molto sicuro e ben tollerato dall’organismo. La contemporanea presenza di coenzima Q10 è un vantaggio di non poco conto, in quanto prendendo 1 solo prodotto risparmi sull’acquisto di altri integratori con coenzima Q10.

Puoi assumere Armolipid in autonomia se i tuoi livelli di colesterolo sono compresi tra 190 e 250 mg/dl. Assumendo 1 compressa al giorno, la sera prima di andare a dormire, per 2 mesi consecutivi dovresti ottenere un significativo calo del colesterolo.

Se dopo tale periodo i tuoi livelli di colesterolo non sono diminuiti, allora è il caso di rivolgersi al medico. Ti ricordo che Armolipid plus da solo non fa miracoli, devi sempre accompagnarlo con 30 minuti di esercizio fisico giornaliero, 2 litri di acqua ed evitare i cibi che contengono grandi quantità di colesterolo.

Puoi trovare Armolipid plus in tutte le farmacie e parafarmacie, tuttavia la confezione da 60 compresse ti verrebbe a costare 52,50€, se invece lo acquisti online su eFarma lo paghi 34,40€ risparmiando ben 18€. Inoltre su efarma puoi anche scegliere il pagamento in contanti alla consegna.


2.Redulip

monacolina k

Redulip è un integratore che contiene monacolina k, ma è abbastanza diverso da Armolipid. Anche qui abbiamo la presenza di coenzima Q10 che diminuisce gli effetti collaterali della monacolina.

Come differenze di composizione abbiamo la pressenza dell’estratto di carciofo, vitamina b12 e b6 e resveratrolo al posto dell’astaxantina.

L’estratto di carciofo, a differenza della berberina, agisce proteggendo il fegato e quindi andando a normalizzare i livelli di colesterolo ne sangue.

La quantità di riso rosso fermentato è anche qui 200 mg che equivalgono a 3 mg di monacolina k, quindi dose minima consigliata. La presenza di vitamina B6 e B12 contribuiscono al normale metabolismo energetico e delle proteine del glicogeno.

L’assunzione di Redulip è 1 compressa al giorno da prendere la sera prima di andare a letto. Anche qui vale lo stesso discorso fatto per Armolipid, ovvero assumere solo se i valori di colesterolo superano i 190 mg/dl. Per vedere i primi risultati bisogna segurie almeno 2 mesi di terapia associandolo a dieta ed esercizio fisico. Se non si riscontrano miglioramenti rivolgersi al medico.

Come prezzi siamo nell’ordine dei 40€ per 60 compresse, quindi poco più dell’Armolipid. Lo trovi sempre disponibile su eFarma, con possibilità di pagare in contrassegno.

Il mio consiglio personale su Redulip è di prenderlo in sostituzione di armolipid se stai assumendo ipoglicemizzanti. Armolipid infatti, contiene la berberina che può anche abbasare la glicemia e quindi se stai prendendo ipoglicemizzanti, potresti andare in ipoglicemia. Mentre Redulip non da questo effetto.


3.Ateronorm

monacolina k

Ateronorm è l’integratore più conveniente a livello di prezzo. 90 compresse le puoi trovare anche a 49€ su eFarma.

Ateronorm ha una composizione più semplice degli altri 2 integratori che abbiamo visto.

Contiene 10 mg di monacolina k, che è la dose massima giornaliera consentita, 10 mg di coenzima Q10 e 400 mg di berberina. Quindi siamo di fronte ad un integratore molto efficace se i livelli di colesterolo sono alti.

I 10 mg di Coenzima Q10 non sono sufficienti, secondo me, a contrastare gli effetti collaterali di 10 mg di monacolina. Per tale motivo se decidi di prendere questo integratore, dovresti anche acquistare a parte altro coenzima Q10 da prendere durante la giornata.

Ottima l’associazione con la berberina, quindi abbiamo sicuramete un abbassamento di colesterolo, ma attenzione sempre alla glicemia se hai anche il diabete.

Consiglio Ateronorm quando valori di colesterolo superiori a 220mg/dl. Assumi una compressa al giorno dopo i pasti principali e non superare mai questa quantità. Se dopo 2 mesi i tuoi valori continuano ad essere alti, al solito, rivolgiti ad un medico.

Trovi Ateronorm su eFarma scontato del 17%.

Leggi Anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Più letti

vigrax

Vigrax per i problemi di erezione funziona? La recensione completa

Integratore Vigrax Come funziona? effetti collaterali, composizione I problemi di erezione tendono ad essere una delle principali cause di conflitto nelle relazioni. La mancanza di una vita...
Privacy Policy